- CLUB NAUTICO DEL GARIGLIANO

Vai ai contenuti

Menu principale:

Regolamenti e modelli > Regolamenti
A.S.D. CLUB NAUTICO DEL GARIGLIANO
Associazione Sportiva Dilettantistica
 
REGOLAMENTO ASSOCIATIVO
Il presente regolamento ha lo scopo di integrare con norme applicative, quanto previsto dallo Statuto Associativo. L’Associazione Sportiva Dilettantistica Club Nautico del Garigliano aderisce al CONI ed è affiliata ASI (alleanza sportiva italiana). I soci sono tenuti a tesserarsi.
Art. 1 Categorie di soci
I soci si suddividono in tre categorie: ORDINARI, STRAORDINARI e ONORARI.
Soci Ordinari: sono quelli che hanno diritto alla parola in assemblea, a ricoprire cariche elettive e ad usufruire di tutti I servizi che l’Associazione mette a disposizione, purché in regola con I pagamenti per l’anno in corso.
Soci Straordinari: I soci straordinari, stagionalmente ripianano I posti lasciati liberi dai soci ordinari, possono partecipare alle assemblee ma non possono ricoprire cariche elettive. I soci straordinari possono usufruire dell’accesso al club e ad ormeggiare la barca, purché in regola con I pagamenti delle quote stagionali.
Soci Onorari: sono nominati dal Consiglio direttivo successivamente confermati nella prima Assemblea dei Soci Ordinari, sia per particolari benemerenze nei confronti dell’Associazione sia per aver ricevuto importanti riconoscimenti sportivi. Possono essere nominati Soci Onorari anche persone estranee all’Associazione, inoltre possono far parte dell’Associazione, in qualità di associati, Società affiliate, delle quali avrà il diritto di voto in assemblea unicamente il Presidente. La carica può essere revocata dal Consiglio Direttivo.
I soci Onorari sono esonerati dal pagamento della quota associativa.
Art. 2 Modalità di ammissione
L’ammissione a socio ordinario e straordinario, può essere concessa a tutte le persone che hanno raggiunto la maggiore età e di buona moralità.
La domanda di ammissione, corredata da una (1) fotografia, deve essere controfirmata dalla maggioranza del direttivo.
All’Atto della firma della domanda d’iscrizione a socio, il richiedente accetta e si impegna ad osservare le norme dello Statuto Sociale e del Regolamento Associativo, dei quali riceverà copia aggiornata.
La domanda di ammissione sarà affissa alla bacheca del club per venti(20) giorni e se nessun socio presenterà in tale periodo un’opposizione motivata, il Consiglio Direttivo procederà con l’ammissione del candidato.
Il nuovo socio ordinario, dovrà provvedere al pagamento della quota di entrata e del canone associativo per l’anno in corso.
Il nuovo socio straordinario dovrà provvedere al pagamento della sola quota del canone associativo per l’anno in corso.
 Il mancato pagamento comporterà l’annullamento della domanda stessa.
Non potranno essere riammessi soci già espulsi a qualsiasi titolo.
Art. 3 Canoni di Associazione
L’ammontare degli importi dovuti per l’anno in corso, sono comprensivi di: Tesseramento annuale, canone di ormeggio, svernamento, manutenzione pontile, manutenzione area sociale, più varie ed eventuali, sono stabiliti annualmente dal Consiglio Direttivo e dovrà essere approvato dall’Assemblea dei Soci.
Il canone di ormeggio tessera e servizi, deve essere versato entro la data stabilita in assemblea generale.
Il mancato pagamento trascorsi 30 giorni dalla scadenza fissata, costituisce valido motivo per la revoca dell’ormeggio.
Il socio che risulti debitore nei confronti dell’Associazione a qualsiasi titolo (canone sociale, canone ormeggio, svernamento, manutenzione ormeggi, manutenzione area sociale) perde automaticamente ogni diritto ad intervenire nelle Assemblee, a ricoprire cariche elettive e al godimento dei servizi offerti. Eventuali deroghe saranno esaminate su motivate istanze sottoposte al Consiglio Direttivo.
Il socio moroso sarà sollecitato a mezzo lettera raccomandata RR a sue spese, decorsi I termini ivi indicati sarà espulso dall’Associazione.
Art. 4 Simbolo Sociale
I soci sono invitati ad issare il Guidone Sociale durante le uscite effettuate per manifestazioni sia sportive che sociali.
Art. 5 Patrimonio Sociale
I beni sociali di cui Art. 4 dello Statuto Sociale, messi in disuso dall’Associazione, devono comparire in un elenco da esporre in bacheca per un minimo di gg. 15, ed essere ceduti al miglior offerente con priorità ai soci. Nel caso non vi fossero offerte, I suddetti beni potranno essere eliminati a totale discrezione del consiglio direttivo.
Art. 6 Assemblea
L’assemblea dei soci è il Massimo organo deliberante dell’Associazione.
L’assemblea Ordinaria deve essere convocata dal Consiglio Direttivo almeno una volta l’anno e deve svolgersi entro il 31 Marzo mediante avviso di convocazione pubblico sul gruppo ufficiale del club e affissione in bacheca almeno 30 gg. Prima della data fissata.
Gli argomenti da trattare in assemblea dovranno essere specificati singolarmente nell’Ordine del Giorno riportato sull’avviso di convocazione. Nell’O.G. devono essere inserite anche eventuali proposte presentate da almeno 15 soci ed inviate per iscritto al Consiglio Direttivo con valide motivazioni almeno 15 gg. Prima dell’Assemblea. Le deliberazione dell’assemblea, I bilanci ed I rendiconti approvati unitamente al verbale, dovranno essere esposti all’Albo Sociale entro e non oltre I 30 gg. dalla data dell’Assemblea e per la durata di almeno 15 gg.
Art. 7 Deleghe
I soci possono farsi rappresentare in Assemblea solo da soci aventi diritto, mediante deleghe scritte, una per socio. Le deleghe andranno depositate in segreteria entro le ore 12 del giorno antecedente all’Assemblea, non sono ammesse deleghe a mandatari o procuratori.
Il delegato non può esprimere il diritto di voto del delegante (art. 14 dello statuto).
Art. 8 Elezioni
In occasione dell’Assemblea per il rinnovo delle cariche sociali, I soci che desiderano candidarsi, devono darne comunicazione al Consiglio Direttivo sottoscrivendo una domanda nella quale dichiarano di:
·         Non avere in corso pendenze o procedimenti penali dolosi;
·         Non avere in corso sanzioni disciplinari;
·         Non aver avuto sanzioni disciplinari nell’ultimo biennio.
I canditati al Consiglio Direttivo devono inoltre dichiarare la loro disponibilità a ricoprire una o più cariche.
I soci che intendono candidarsi, devono presentare le loro domande entro le ore 13:00 del decimo (10) giorno antecedente la data dell’Assemblea.
Il collegio scrutatori è composto da tre membri che l’Assemblea eleggerà prima di passare alla discussione degli argomenti posti all’ordine del giorno. Il collegio scrutatore verifica la regolarità del voto, procede allo spoglio delle schede e si pronuncia su eventuali controversie inerenti la regolarità del voto. Consegna l’elenco degli eletti al Presidente dell’Assemblea al quale compete la proclamazione. In caso di parità di voti tra due candidati viene considerato eletto il socio con maggiore anzianità sociale.
Art. 9 Presidente e Consiglio Direttivo
L’art. 16 dello Statuto, stabilisce che il Consiglio Direttivo sia composto da sette(7) al massimo nove (9) consiglieri I quali ricoprono le seguenti cariche specifiche:
1.       Presidente: è il legale rappresentante dell’Associazione, convoca le assemblee e relaziona sull’andamento dell’Associazione e le sue prospettive, autentica I bilanci e tutti I documenti ufficiali dell’associazione, presiede le riunioni del Consiglio Direttivo. In caso di impedimento o assenza, è sostituito dal Vice Presidente;
2.       Vice Presidente: affianca il Presidente nelle sue attività, lo sostituisce temporaneamente in caso di assenza o impedimento momentaneo, svolge le mansioni cui è stato incaricato dal Consiglio Direttivo;
3.       Segretario: Conserva aggiornato l’elenco dei soci e delle imbarcazioni, provvede alla stesura dei verbali delle riunioni del Consiglio Direttivo e sovrintende al lavoro del personale di segreteria.
4.       Tesoriere: E’ responsabile della cassa contante e della contabilità generale, provvede alla riscossione delle entrate, dispone I pagamenti dopo aver accertato la validità delle spese sulla base del bilancio preventivo o delle delibere del consiglio. Sovrintende all’applicazione dei contratti di lavoro e delle relative incombenze
Previdenziali, assicurative e fiscali. Conserva la documentazione contabile, compila I bilanci preventivi e consuntivi.
Art. 10 Provvedimenti disciplinari
I soci sono tenuti a collaborare per il buon andamento della vita associativa, ed a comportarsi con spirito associativo.
I soci che non rispettano le norme statutarie e quelle dei Regolamenti di cui sopra, sono passibili di:
·         Ammonizione verbale di fronte al consiglio direttivo;
·         Ammonizione scritta tramite raccomandata con RR;
·         Espulsione per morosità (Art. 3 del presente Regolamento nonché Art. 10 delle Statuto);
·         Espulsione per motivi disciplinari a seguito di N. 3 ammonizioni scritte.
·         Espulsione diretta per gravi motivi.
Le decisioni del Consiglio Direttivo diventano immediatamente operative e dovranno essere esposte all’albo sociale.
Art. 11 Dimissioni
Le dimissioni del socio dovranno pervenire al Consiglio Direttivo a mezzo lettera raccomandata, oppure presentata a mano entro il 30 Novembre dell’anno in corso e decorreranno dall’anno successivo.
Art. 12 Eredità
In caso di decesso di un socio assegnatario di un posto barca, può subentrargli il coniuge non legalmente separato o un parente sino al 1^ grado, in via ascendente o discendente, facendo richiesta scritta al Consiglio Direttivo e presentandola entro un Massimo di dodici (12) mesi dall’evento.
Art. 13 Integrazioni
1.       Il presente regolamento potrà essere aggiornato ed integrato dal Consiglio Direttivo previa approvazione dell’assemblea purché le norme emanate non contrastino con lo statuto e con I principi di democraticità riconosciuti dallo stesso;
2.       Fanno parte integrante del presente regolamento gli allegati:
·         Disposizioni generali e norme comportamentali;
·         Regolamento ormeggi;
·         Regolamento di banchina.
3.       La mancata osservanza delle disposizioni del Regolamento sarà considerata mancanza disciplinare.
 
Torna ai contenuti | Torna al menu