- CLUB NAUTICO DEL GARIGLIANO

Vai ai contenuti

Menu principale:

Regolamenti e modelli > Regolamenti
A.S.D. CLUB NAUTICO DEL GARIGLIANO
Associazione Sportiva Dilettantistica
 
Regolamento ormeggi

Il presente regolamento si applica a tutti I soci che hanno avuto in assegnazione dall’Associazione Nautica del Garigliano a qualsiasi titolo, un posto per l’ormeggio nelle aree in concessione demaniale presso le acque interne antistanti la foce del Garigliano. L’ormeggio si intende assegnato in modo “univoco” al socio avente diritto per la propria imbarcazione.
 
1.      Ogni socio assegnatario d’ormeggio è identificato da un numero Progressivo ben identificato sulla banchina in corrispondenza dell’imbarcazione;
2.      La sistemazione e manutenzione degli ormeggi fissi e dei pontili galleggianti, dei loro ancoraggi, delle catene principali, dei corpi morti, delle condotte idriche, delle line elettriche e dell’impianto antincendio sono a carico dei soci;
3.      E’ dovere del socio assicurare l’imbarcazione all’ormeggio in modo adeguato;
4.      E’ dovere del socio mantenere l’imbarcazione efficiente e in buono stato di manutenzione in modo da assicurare la complete manovrabilità della stessa anche in condizioni metereologiche difficili;
5.      Il socio assegnatario del posto d’ormeggio, è responsabile degli eventuali danni arrecati ad alte imbarcazioni ed è tenuto in tale circostanza, a farsi parte diligente per una sollecita definizione della pratica assicurativa. In caso contrario, ove non ci fosse una conciliazione amichevole fra le parti, I soci sono tenuti a ricorrere agli organi associativi;
6.      I soci sono tenuti a ripiegare i porta canne e posizionare I parabordi prima di ormeggiare l’imbarcazione;
 
 Regolamento di banchina
 
1.      Ogni socio deve mantenere un comportamento corretto e rispettoso della privacy degli altri. Sui pontili in particolare, si devono evitare schiamazzi e giochi, non si possono lasciare liberi cani e gatti;
2.      L’imbarcazione o natante dovrà essere dotata di adeguato sistema di svuotamento automatico delle acque piovane;
3.      Le imbarcazioni ormeggiate devono essere munite di adeguati parabordi, correttamente mantenuti, ed in numero sufficiente, comunque non inferiore a 3 per ciascun lato, tale da scongiurare danni alle imbarcazioni adiacenti;
4.      E' fatto divieto assoluto di mettere in moto i motori di propulsione e far girare le eliche con le imbarcazioni ormeggiate ai pontili. Ciò è consentito solo per le manovre di partenza;
5.      Le imbarcazioni ormeggiate ai pontili devono svolgere soltanto attività diportistiche a scopi ricreativi, sportive e senza fini di lucro, tranne quelle autorizzate dal direttivo mediante stipula di apposita convenzione;
6.      In caso di avaria compromettente la stabilità dell’imbarcazione o natante o di affondamento della medesima per cause non dipendenti dalle strutture dell’associazione (pontili, catenaria, cime fisse di ormeggio), l’allontanamento o il recupero dell’imbarcazione o natante sono a totale carico del proprietario e devono essere effettuati nei termini e con modalità fissati dal consiglio direttivo nel modo più celere possibile.
Nel caso in cui le suddette operazioni non dovessero avviarsi o essere concluse nei termini fissati dal consiglio direttivo, lo stesso si riserva di provvedere per motivi di sicurezza con spese a carico del proprietario dell’imbarcazione.
Per nessun motivo le suddette operazioni potranno essere avviate senza il benestare del CD, se in caso contrario venisse compromessa l’integrità delle strutture dei pontili tutti i costi di ripristino saranno a totale carico del proprietario che inoltre sarebbe soggetto a sanzione disciplinare;
7.      Le aree in concessione dovranno essere tenute pulite ed i rifiuti dovranno essere depositati negli appositi contenitori.
8.      E’ vietato fare uso delle manichette dell’acqua per docce.
9.      Tutti I soci sono tenuti alla conservazione dei beni sociali e devono sorvegliare che imbarcazioni estranee al pontile, non accedano allo stesso senza il preventivo consenso del Consiglio Direttivo;
10.  I cancelli di entrata al pontile devono essere tenuti chiusi, saranno aperti solo per lo stretto tempo necessario alle operazioni d’imbarco e sbarco di materiali o vettovaglie;
11.  E’ consentito appoggiare sui pontili materiali di arredo o rifornimento per il tempo strettamente necessario all’imbarco ed allo sbarco;
12.  Sono consentite riparazioni e manutenzione all’ormeggio, purché le stesse non arrechino disturbi ai vicini, in particolare, è vietato operare con levigatrici o verniciatori a spruzzo. Qualora involontariamente, dovesse verificarsi l’imbrattamento del pontile con olio o altro materiale, il responsabile dovrà provvedere all’immediata pulizia;
13.  E’ vietato depositare biciclette, motocicli etc. sul pontile;
14.  In caso di mareggiate o situazioni di pericolo, I soci sono tenuti ad interessarsi della sicurezza della propria imbarcazione affinché la stessa non provochi danni alle altre o alle strutture;
15.  E’ vietato passare per le unità da diporto altrui per raggiungere la propria (salvo in casi di emergenza) ed è vietato avviare il motore con l’elica innestata;
16.  I soci addetti al servizio di assistenza, hanno il compito di vigilare sull’osservanza da parte dei soci, delle norme del regolamento e delle disposizioni generali, e di segnalare le eventuali infrazioni, al Consiglio Direttivo;
17.  Qualora a giudizio del Consiglio Direttivo, gli ormeggi di un’imbarcazione ed I suoi parabordi non fossero adeguati, il socio è tenuto a mettere in atto quanto indicato.
18.  Entro lo specchio d’acqua in concessione ed antistanti, I soci sono tenuti a:
·         Entrare ed uscire a velocità moderata (massimo 2 nodi);
·         Mantenere pulite le cime d’ormeggio ed eventuali gavitelli;
·         Non ormeggiare imbarcazioni utilizzate per altre attività che non siano sportive o da diporto;
·         Non occupare, anche temporaneamente, gli ormeggi provvisoriamente liberi senza l’autorizzazione del Consiglio Direttivo.
19.  Sostanze infiammabili quali vernici, solvente e simili, devono essere tenuti in contenitori metallici ben chiusi ed in pezzatura singola. Il loro deposito a bordo deve essere contenuto al minimo necessario;
20.  Eventuali riserve di carburante, in quantità limitata specie nel caso di benzine, vanno conservate in appositi serbatoi o taniche omologate per gli specifici carburanti, gli stessi non devono essere abbandonati o depositati negli spazi sociali;
21.  Prima della messa in moto dei motori a benzina, si raccomanda di provvedere all’aerazione del vano motore;
22.  E’ vietato scaricare negli specchi d’acqua, residui oli combustibile, liquami di sentina e acque nere:
23.  I compartimenti di bordo contenenti bombole di gas liquido, devono essere adeguatamente areati:
24.  E’ tassativamente vietato accendere fuochi o utilizzare fiamme libere sui pontili;
25.  Il consumo d’acqua e di energia elettrica devono essere limitati al minimo;
26.  Il servizio idrico elettrico a disposizione dei Soci per l’uso strettamente collegato alle imbarcazioni;
27.  Le manichette dell’acqua, munite di un congegno per la chiusura del flusso, devono essere attaccate per il tempo necessario all’uso e correttamente riposte;
28.  L’utilizzo dell’energia elettrica è consentito solo in presenza dell’armatore;
29.  Il cavo elettrico della presa di corrente non deve presentare interruzioni o usure fini all’interno dell’imbarcazione;
30.  Per l’utilizzo delle prese di corrente elettrica, I soci devono attenersi alle norme di sicurezza previste dalla legge.
 
Torna ai contenuti | Torna al menu